canederli

Canederli

Tagliate il pane raffermo dadini di circa 1/2 centimetro, aggiungete il latte, le uova sbattute con un pizzico di pepe e uno di sale e il trentingrana, mescolate per bene e lasciate riposare per un ora coprendo il tutto con un uno strofinaccio. Tagliate finemente lo speck e sbriciolate la luganega che unirete al pane ammorbidito, incorporando bene il tutto all’impasto di pane. Unite il prezzemolo tritato a piacere poca noce moscata, e, alla fine, cospargervi sopra la farina. Mescolate il tutto con per bene e con questo impasto formate i canederli che dovranno avere un diametro di circa 6-8 centimetri.
Per evitare che il composto si appiccichi troppo alle mani, infarinate le palline man mano che le preparate. 
Cuocete i canederli per almeno 10/12 minuti nel brodo a fuoco moderato facendoli sobbollire. In pratica al momento che vengono a galla fateli cuocere ancora uno o due minuti.
Serviteli in un buon brodo di carne oppure con burro fuso e salvia, e una generosa spolverata di trentingrana.

I canederli sono un piatto ricco nella sostanza e risparmioso per il costo esiguo delle materie prime che lo compongono. La provenienza è indubbiamente riconducibile alla Boemia (Repubblica Ceca). Inizialmente venivano preparati con il lardo di maiale, poi nacquero i canederli di magro impastati con solo avanzi di formaggio uniti al pane e alle uova, farina e prezzemolo. Di seguito sopratutto in Alto Adige i cosidetti Knodel vennero e vengono tutt’ora proposti in numerose varianti; con rape rosse, con fegato, alle prugne, ai funghi… A voi la scelta di provarli e inventarne di nuovi.

Ingredienti:
1 kg di pane bianco raffermo,50 gr di speck in un’unica fettaBurro (se vengono serviti al burro)90 g di trentingrana2 uova600 g di di latte300 g di luganeghe fresche (o pasta di lucanica o salamella)100 g di farina bianca (+ q.b. per rotolarvi i canederli)2 cucchiai di prezzemolo tritatoSaleNoce moscata 
-Per 10 persone

– Tempo di preparazione: 60 min 

– Difficoltà: ***
Tags: No tags

Comments are closed.